Isotype

           

incidente

incidente

I Commenti sono chiusi

  • Le Palme Killer anche ad Agrigento: La Scala lancia l’allarme

    palma malata quadrivio spinasanta agAGRIGENTO, ore 8:37 – Il punteruolo rosso può “colpire” anche ad Agrigento, e non si tratta solo di tutelare le palme, ma anche l’incolumità delle persone. Dopo quanto accaduto a Palermo e ieri a Catania, dove una donna è morta perchè su di lei si è abbattuta una palma colpita dal punteruolo rosso, mentre stava parlando con la figlia in una villetta pubblica del centro etneo, l’sos viene lanciato dal responsabile del meetup 5stelle “Valle dei Templi”, Marcello La Scala, che chiede l’immediata rimozione delle palme che potrebbero rappresentare un pericolo pubblico, come quella che si trova al quadrivio Spinasanta. “L’amministrazione – spiega La Scala – deve correre subito ai ripari, abbattendo tutte le palme colpite dal punteruolo rosso. Adesso inizia la stagione invernale e con il vento le palme rimaste senza chioma divorate e quindi svuotate dal punteruolo rosso diventano un pericolo pubblico per i cittadini. Non si può aspettare la tragedia come è accaduto a Catania, l’amministrazione non può giustificarsi dicendo ” non ci sono soldi per abbattere le palme secche” .

    Be Sociable, Share!
  • Di Rosa (Candidato sindaco): “Sogno una Agrigento turistica” con un suo porto moderno

    foto porto san leone visto da di rosagiuseppe di rosaAGRIGENTO, ore 8:35 – Parte da San Leone il “progetto” politico del candidato a sindaco, Giuseppe Di Rosa. L’attuale vice presidente del Consiglio comunale, che già da tempo ha annunciato la sua intenzione di candidarsi alla guida della città, ieri ha presentato, nel corso di una conferenza stampa, un progetto elaborato dagli architetti Gelo e Girgenti dello “Studio 2 G” appositamente incaricati da Di Rosa, per la sua campagna elettorale alla carica di sindaco. All’iniziativa, oltre al candidato sindaco, hanno partecipato le due professioniste alle quali è toccato il compito di illustrare il primo progetto dell’iniziativa denominata “La nostra Agrigento”. “Gli architetti – dice Di Rosa – realizzeranno alcuni progetti su come sarà Agrigento se io sarò eletto sindaco di questa città. La prima azione si occuperà della frazione balneare di San Leone che sarà interessata da 3 progetti diversi. Innanzitutto vogliamo dare alla città un vero Porto turistico. Che attualmente non c’è. Puntando al turismo nautico”. L’idea che Di Rosa ha trasmesso ai progettisti è quella di sistemare l’attuale porticciolo turistico ma non a casaccio, bensì iniziare ad incastonarlo in una azione più ampia e successiva, che sarà quella di realizzare il porto turistico di San Leone. “Agrigento – ha spiegato Di Rosa in conferenza stampa – deve avere un porto come di addice ad una città a vocazione turistica. Ed attualmente non c’è nulla di tutto ciò. Partiamo col valorizzare l’esistente e poi svilupperemo un progetto che ha l’obiettivo di allargare lo spazio destinato agli attracchi, che c’è, fino agli scogli”. Ma con quali fondi? Alla domanda, il candidato sindaco indipendente risponde: “Con i fondi europei, che sono stati stanziati per queste azioni, con la partnership privata, che è ammessa dalla legge. Insomma, basta individuare i fondi dell’Europa ed aggiungerci quelli dei privati disposti ad investire ed Agrigento avrà il suo porto turistico. “Naturalmente se sarò eletto sindaco – ci tiene a precisare il candidato”. L’altra idea è quella di creare un consorzio con i gestori dei pontili, per la gestione e la valorizzazione, in modo da incrementare il turismo di filiera. “Questo è il primo step – conclude Di Rosa – e voglio spiegare che se le idee ci sono i fondi si trovano. Basta mettere in moto la macchina e tutto arriva strada facendo”.

    Be Sociable, Share!
  • Forza Italia: Al via la stagione dei congressi. Un Portabandiera in ogni Comune

    logo forza italiaAGRIGENTO, ore 7:22 – Forza Italia si organizza. Direttamente da Silvio Berlusconi “arriva” il cronoprogramma del partito, pronto ad essere seguito alla “lettera” dagli esponenti agrigentini. “I congressi comunali – sono le indicazioni date dall’alto – potranno prendere il via dal 15 dicembreper ricostruire e rinnovare Forza Italia. Come stabilito nell’ultimo Ufficio di presidenza, diamo il via ufficiale alla stagione congressuale 2014/2015, che riguarda tutti i Comuni e le Province. I coordinatori provinciali dovranno, entro la fine di questo mese, individuare in ogni Comune della loro Provincia (anche tra i 5.300 Comuni inferiori a 5.000 abitanti) un “Portabandiera” di Forza Italia che sia responsabile delle operazioni di tesseramento, e che sia disponibile a svolgere una precisa attività al riguardo. È una tappa fondamentale della riorganizzazione di Forza Italia sul territorio e del coinvolgimento attivo dei nostri sostenitori, che attraverso i congressi comunali potranno scegliere in modo democratico chi dovrà rappresentare e guidare Forza Italia in ogni Comune. Questi Congressi dovranno essere il luogo di un confronto libero e approfondito, al termine del quale tutti dovremo impegnarci a lavorare lealmente e serenamente con i dirigenti scelti dalla nostra base. Le adesioni si chiuderanno il 30 novembre prossimo e i Congressi comunali potranno prendere il via dal 15 dicembre successivo. Tutti i Congressi comunali e provinciali dovranno tenersi entro il mese di marzo 2015. Eventuali proroghe potranno essere valutate solo nelle realtà interessate a elezioni regionali o amministrative e in ogni caso dovranno essere discusse caso per caso”. Un programma che piace al vice segretario regionale del partito, il deputato agrigentino Riccardo Gallo. “Vogliamo costruire un partito – dice Gallo – forte, operoso, determinato, in campo, come prima e più di prima, per difendere i nostri diritti e la nostra libertà. E’ chiaro che per fare questo dobbiamo essere uniti e ritrovare unità. Mi sta bene che sorgano diversi club in ogni città dell’agrigentino ma è anche giusto e doveroso spiegare a tutti che Forza Italia non è il partito di Gallo o di Ruvolo, è anche il partito di Iacolino e di tanti altri esponenti che hanno dato e continuano a dare un contributo importante. Forza Italia è della base, di chi ogni giorno si spende sul territorio per risolvere i problemi della gente. Ma è necessario coordinarci – conclude l’onorevole Gallo – e l’occasione dei congressi altro non è che il primo passo per creare una Forza Italia radicata sul territorio”.

    Be Sociable, Share!
  • Agrigento, Conclusa la Festa dell’Unità con Scilabra e Alfano

    festa unità pd con scilabraAGRIGENTO, ore 11:58 – Maggiori competenze ai Comuni in tema di istruzione. Con i fondi per realizzare tutto ciò. E’ il fulcro della riforma dell’istruzione e formazione professionale voluta dall’assessore regionale Nelli Scilabra, che in occasione della festa dell’Unità del Partito democratico di Agrigento, ha ribadito l’impegno del governo regionale, guidato dal presidente Rosario Crocetta, in questo delicato settore. L’assessore pensa ad un collegamento tra formazione e mondo delle attività produttive in modo da favorire l’avviamento al lavoro degli studenti che concludono il ciclo formativo. La parola d’ordine, per la Scilabra è “Riformare” visto che in passato si è speso tanto per la formazione ma i risultati non si sono visti. Al Palazzo dei Filippini, seduta accanto al sindacalista Paolo Bunone, che è anche responsabile provinciale “Lavoro” del Pd, l’assessore agrigentina Nelli Scilabra è intervenuta quale relatore al convegno sul tema: “Dalla buona scuola alla giusta occupazione”. Il momento dedicato al confronto con l’assessore Scilabra è stato uno dei più interessanti e partecipati visto il delicato argomento trattato, della festa dell’Unità. A volere fortemente questa tre giorni di dibattiti, incontri e festeggiamenti, è stato il segretario provinciale, Peppe Zambito, che si è detto molto soddisfatto dell’esito della manifestazione, “Cento passi di bellezza” che ha avuto come teatro principale l’atrio del palazzo dei Filippini. Tanti gli ospiti che hanno partecipato alla festa, tra questi l’ex presidente della commissione Antimafia al Parlamento Europeo, Sonia Alfano, che ha parlato di legalità, in una provincia come quella di Agrigento “sospesa” tra Mediterraneo ed Europa. Molti i sindaci ed i consiglieri comunali che hanno avuto modo di confrontarsi con i parlamentari nazionali sui temi di attualità come le imposte locali e le difficoltà economiche dei Comuni. Preoccupante lo scenario presentato dal deputato nazionale Angelo Capodicasa, che parlando del Def (documento di economia e finanza) approvato dal Governo Renzi, con una previsione di crescita allo 0,6% ha sostenuto che – secondo le previsioni – per i prossimi tre anni non ci sarà un solo occupato in più. Così come si rischia che la Regione azzeri i trasferimenti agli Enti locali determinando il rischio di dissesto finanziario. “Una bomba sociale – ha detto Capodicasa – pronta ad esplodere. E che creerebbe seri rischi per la tenuta della democrazia”. “E stata la festa della politica, della buona politica che oltre a discutere è in grado di ricercare soluzioni – ha detto il segretario Peppe Zambito – un’occasione per l’intero Pd agrigentino di stare insieme, parlarsi, confrontarsi e condividere un bicchiere di buon vino”. Il prossimo anno, secondo quanto confermato da Zambito, l’iniziativa sarà riproposta.

    IL SERVIZIO DEL TG DI AGTV

    Be Sociable, Share!
  • L’agrigentina Schirò Planeta torna nel Partito democratico

    moscatt e planetaAGRIGENTO, ore 12:45 – Il Partito democratico registra il ritorno della deputata nazionale Gea Schirò Planeta dopo l’esperienza con “Lista Civica Monti”. L’operazione di avvicinamento al Pd è stata portata avanti dal parlamentare nazionale, Tonino Moscatt. “Con Moscatt ci siamo incontrati alla Camera – dice l’onorevole Schirò Planeta – ed abbiamo lavorato benissimo. Risultati per il territorio, individualmente ne abbiamo portati a casa. Adesso ci uniamo per lavorare insieme in un grande partito”.

    Be Sociable, Share!
  • Agrigento, Paolo Ferrara è il portavoce provinciale del Pdr

    paolo ferrara portavoce pdrAGRIGENTO, ore 20:13 – L’ex vicepresidente dell’ex Provincia di Agrigento, Paolo Ferrara è stato nominato portavoce provinciale del Patto dei Democratici per le Riforme di Agrigento. Ferrara è stato nominato nel corso di un’affollata assemblea in presenza, tra gli altri, del portavoce regionale del partito, il deputato regionale, Michele Cimino, e poi sindaci e rappresentanti politici di molti Comuni della provincia agrigentina. Lo stesso Paolo Ferrara afferma : “il coordinamento si muoverà affiancando Voce Siciliana, in un momento in cui il partito sta pianificando un nuovo organigramma sul territorio della provincia, creando riferimenti in ogni settore sociale, in prospettiva anche delle amministrative ad Agrigento, Raffadali e Licata. Condividiamo la volontà delle Primarie per la scelta dei candidati sindaco espressa dal Partito democratico”.

    Be Sociable, Share!
  • Calcio. Ecco i gironi di Seconda categoria: Cianciana e Ribera nel girone B

    francesco d'anna allenatore atletico riberaRIBERA, ore 8:32 – Sono in tutto sei le squadre agrigentine che militeranno nel campionato di Seconda categoria di calcio, ai nastri di partenza alla fine di ottobre. Le agrigentine saranno divise in due gironi, il B e il tradizionale girone L. Nel gruppo B sono stati inseriti: Atletico Ribera e Polisportiva Cianciana (le matricole) che l’anno scorso hanno vinto il campionato provinciale di terza categoria, e le veterane Polisportiva Gattopardo e Virtus Bivona, quest’ultima retrocessa dalla Prima categoria. Le altre squadre sono: Aspranuova, Rangers 1986, Cartagine 2012, Colomba Bianca, Pallavicino, Resuttana San Lorenzo, Tridente Belmonte. In tutto sono 11 squadre. Stesso numero di formazioni a nastri di partenza nel girone L dove ci sono due agrigentine: Atletico Aragona ed Atletico Raffadali. Le altre società, la maggior parte provenienti dalla provincia di Caltanissetta, sono: Accademia Mazzarinese, Acquaviva, Chiaramontana Mussomeli, Mosaici calcio, Comunità Frontiera, Spartacus, Valledolmo, Vallelunga, Villarosa. L’Aragona del presidente Tirone è già terzo anno in questa competizione e tenterà il salto di categoria. Ambizioni di promozione anche in casa Raffadali, con la società di Angelo Salemi pronta a dire la sua in questo torneo di calcio. Non ci saranno invece Nuova Campobello Amadeos, che ha rinunciato alla partecipazione al campionato e l’agrigentina Nuova Villaseta. Dopo 11 anni, non si legge il nome del Villaseta di Sergio Rotulo, che tra terza e prima categoria, ha raccolto tanti ragazzi che non potendo giocare nella prima squadra della città, cioè l’Akragas, si allenavano con questa compagine. “Le difficoltà economiche ed organizzative – ha detto il responsabile, Sergio Rotulo – mi hanno portato a prendere questa sofferta decisione. Non è stato facile ma nessuno mi è venuto incontro per evitarla”.

    Be Sociable, Share!
Se il contenuto di questa PAGINA è di tuo gradimento allora clicca qui

_____

I NOSTRI GIORNALI:
  • BUONA PASQUA ITALIA. RISORGI ANCHE TU

    Agrigento, ore 16.33 Pasqua è la festa del perdono, della serenità, della serietà. Si passa dalla morte alla resurrezione. Dal buio alla luce, dalla miseria alla ricchezza. E’ un periodo di forte transizione. Ecco perché, oggi più che mai, la Pasqua, rispecchia il momento storico che stiamo vivendo. Da un lato una crisi imperante, un governo che non si forma con un parlamento spaccato in tre, la giunta regionale “monca” perché un assessore cantante – che si trasforma in canterino, dissacra le donne, le onorevoli parlamentari. Le Province che non ci sono più, basta, cancellate con un colpo di spugna, come eravamo abituati a vedere nelle nostre scuole tanti anni fa, prima che arrivassero le lavagne luminose. Dall’altra parte, però, una ricchezza che viene ostentata da sempre più persone, privilegi di pochi che rimangono di pochi. C’è qualcosa che non va in questo sistema. Ma la cosa più strana e spregevole è che ci sono persone che non vanno nel sistema, ma ci restano e fanno sistema. Decidono le sorti di migliaia di persone senza esserne all’altezza e senza essere stati scelti. L’architettura democratica dello Stato, dei Comuni, delle Regioni è ormai obsoleta. Serve una “Pasqua” di risurrezione per le istituzioni vecchie e vetuste. Serve la luce nel sistema “Istituzionale” sempre più malato, corrotto e incapace. Ma sarà Pasqua? Domani sarà Pasqua, almeno per il calendario e per la Chiesa. Il nuovo Papa invita alla speranza, ma chiede sofferenza e carità. Saranno i sacrifici e l’umiltà a caratterizzare questa Pasqua? Una cosa è certa. Se non si uscirà dalla “morte” del sistema si rischia solo di evocare un fantasma che non verrà fuori nemmeno se chiamato dai più potenti medium. Lo Stato che adesso sembra un fantasma deve fare il miracolo per i suoi cittadini. Per farci essere orgogliosi di essere italiani, siciliani, agrigentini, canicattinesi, licatesi, saccensi e così via dicendo. Noi vi abbiamo raccontato finora, con i nostri giornali telematici, l’agonia del sistema, la conseguente morte clinica. Da domani vorremmo raccontarvi la Resurrezione del sistema Italia. Per condividerla con i nostri affezionati lettori. Forza Italia: anche se qualcuno aveva utilizzato il grido del nostro orgoglio nazionale per dare un nome ad un partito, nessuno ci potrà mai impedire di gridare: Forza Italia. E Buona Pasqua Italia, Buona pasqua a noi che siamo italiani in una Europa che non riconosce il nostro marchio, il marchio che abbiamo nel sangue. L’Orgoglio Italiano.

    Auguri

    Il direttore di Sicilia Edizioni

    Paolo Picone

    L’editore

    Pietro Asaro

    Be Sociable, Share!
  • CORAGGIO E’ NATALE. Editoriale di Paolo Picone

    Agrigento, ore 20.04 Coraggio. E’ Natale. E’ proprio vero. Mentre tutti iniziamo a pensare allo scambio di auguri, dimenticando per un istante le preoccupazioni che assillano la nostra vita, ci accorgiamo che nelle nostre azioni manca un po’ di coraggio. Oppure c’è molto coraggio in quello che facciamo. Il coraggio delle scelte, il coraggio di cambiare, il coraggio di fare impresa. Il nostro augurio, quello di Sicilia Edizioni, che edita i giornali on line: sicilianotizie.info, agrigentocronaca.net, canicattinotizie.net, licatanotizie.net, sciaccanotizie.net, è questo: Abbiate Coraggio. E per coraggio intendiamo quella forza di volontà che possa risvegliare la nostra voglia di fare nell’incertezza più totale o più in generale. Con i mercati che crollano, politici che deludono, imprese che chiudono, altre che aprono i battenti. A Natale il nostro augurio è questo. A Capodanno, vedremo quale sarà. BUONE FESTE

    Paolo Picone

    Be Sociable, Share!
  • Oltre 10.000 collegamenti UNICI giornalieri. Ecco i nostri numeri! I numeri di canicattinotizie

    CANICATTI’ – Cari ed affezionati lettori di canicattinotizie, torniamo a parlare di un argomento trattato un anno fa e che è servito a fare chiarezza sullo stato di salute del nostro giornale.

    A 2 anni dalla nostra prima pubblicazione (siamo nati e andati online tra febbraio e marzo del 2010) il giornale canicattinotizie gode di buona salute e cresce sempre di più. Purtroppo la nostra esponenziale crescita alimenta l’invidia dei soliti parassiti.

    Ma fino quando i soliti parassiti scaricano la loro invidia nel loro piccolo cervello ci potrebbe stare!! Il problema e’ che gli SCONFITTI devono alimentare il venticello della calunnia al fine di arrecare danno al nostro giornale.

    Quando con discorsi capziosi, pretestuosi e con messaggi mirabolanti si vuole fare capire addirittura che non oltrepassiamo 800 collegamenti al giorno perche’ non siamo collegati con google adplanner ECCO CHE DIVENTA NECESSARIO UN INTERVENTO PER FARE CHIAREZZA E CONFUTARE LE BUGIE DETTE DAI SOLITI BUGIARDI

    Il nostro giornale ha una media, prendendo in esame l’ultimo trimestre del 2011 (ottobre – dicembre 2011) di circa 10.000 collegamenti unici.

    10.000 collegamenti unici che sono il nostro orgoglio e la base  per crescere ancora di più.

    Anzi ci dobbiamo rimproverare nell’ultimo trimestre di avere forse trascurato 2 fattori importanti l’indicizzazione e la grafica del sito…..MA NON ABBIAMO MAI ABBANDONATO LA NOSTRA MISSIONE  PRICIPALE: FARE INFORMAZIONE.

    Quindi ci scusiamo con i nostri lettori che rassicuriamo: a breve ce ne saranno delle belle (grafica e indicizzazione) ed una azione innovativa per consolidare il rapporto con i nostri lettori.

     Ringraziamo i nostri lettori di vero cuore.

    Ringraziamo i nostri inserzionisti di vero cuore.

    Ed è proprio ai nostri inserzionisti che ci rivolgiamo in particolare modo: quando qualche impresa ha voluto verificare, prima di spendere i soldi per la pubblicità, se veramente avevamo più di 10.000 collegamenti giornalieri, abbiamo fatto venire in redazione i responsabili di quella azienda ed ABBIAMO MOSTRATO I NOSTRI GRAFICI con lo storico. Questa operazione la facciamo solo con gli inserzionisti a cui dobbiamo dare conto perché loro sono imprenditori come noi.

    Quindi la BUFALA diffusa dai soliti BUGIARDI è da ritenersi ancora una volta NOTIZIA INFONDATA, SUBDOLA, E SCORRETTA.

    Chi agisce in questo modo al fine di danneggiare il nostro gruppo editoriale  continuando ancora a FARE STALKING COMMERCIALE sarà denunciato alla Procura della Repubblica.

    I nostri inserzionisti possono stare tranquilli che la pubblicità commissionata e realizzata su canicattinotizie  è un investimento perchè  i nostri collegamenti sono STABILIZZATI ed in continuo crescendo.

    L’editore

    Pietro Asaro

    Il direttore

    Paolo Picone

    RELAZIONE TECNICA SU “GOOGLE ADPLANNER”

    Google Ad Planner è un’applicazione gratuita che permette di avere un’ orientamento sul target di utenti che affollano i siti web di tutto il mondo,prettamente utile per coloro che devono creare e gestire media planning o che vogliono studiare l’andamento dei siti su cui investire fondi pubblicitari. Sarebbe bello sapere fatti e cose altrui in maniera “trasparente”, ma a volte l’apparenza inganna, ed è giusto, dunque, dare certe delucidazioni in merito, specialmente se dall’altra parte dello schermo si trovano neofiti o persone che ne “masticano” poco di Informatica. Ma procediamo con ordine.

    Google Ad Planner,quindi, non fa altro che RENDERE PUBBLICI i dati statistici dei siti web che, dopo aver dato il proprio consenso:

    - hanno fatto un’ iscrizione iniziale all’interno di Google Adplanner come “Publisher”, dove inseriscono descrizione e settore di competenza di questi,

    - usano “Google Analytics” come programma di supporto statistico per il controllo del traffico sul proprio sito internet.

    Quindi, per tutti quei siti che:

    - NON danno il consenso

    - NON sono iscritti su Google Adplanner

    - NON usano Google Analytics

    NON SARA’ POSSIBILE VISIONARE I DATI SUL TRAFFICO.

    E SOPRATTUTTO, NESSUNO RISCHIA DI ESSERE BANDITO DA GOOGLE SE NON SI

    ADERISCE A TALE SERVIZIO.

    E’ anche vero che non tutti i siti possono essere presenti su Ad Planner pur avendone fatto richiesta d’inserimento, in quanto Google potrebbe aver applicato una delle seguenti restrizioni:

    1) “Affinché i tuoi dati di Google Analytics, condivisi e a livello di sito, siano visualizzati in

    DoubleClick Ad Planner, il tuo sito deve ricevere un

    minimo di 100 visitatori unici (cookie) al mese. Se il numero di visitatori unici al mese (cookie) scende sotto il requisito minimo, DoubleClick Ad Planner non visualizzerà più i tuoi dati di Google Analytics.”

    Fonte: http://support.google.com/adplanner/bin/answer.py?hl=it&answer=144504

    2) “ Ha utilizzato un file di esclusione robots.txt per evitare l’indicizzazione da parte di Google.”

    3) Non rispetta le linee guida in tema di qualità

    Fonte: http://support.google.com/adplanner/bin/answer.py?hl=it&answer=98397

    Be Sociable, Share!
Previsioni Meteo

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sciaccanotizie.net  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.

http://www.wikio.it